Titolare Effettivo: Comunicazione obbligatoria

Entro l’11 dicembre p.v. – salvo proroghe – scadrà il termine per l’adempimento in oggetto per il quale la Camera di Commercio sta provvedendo ad inviare in queste settimane apposito promemoria.

 

TITOLARE EFFETTIVO: SOGGETTI OBBLIGATI

I legali rappresentanti delle società di capitali (Srl-Spa-Sapa-Coop) e degli enti privati aventi personalità giuridica (associazioni-fondazioni-trust ed assimilati) sono tenuti a comunicare i dati dei titolari effettivi all’Ufficio del Registro delle Imprese competente entro la scadenza dell’11/12/23.

 

DEFINIZIONE DI TITOLARE EFFETTIVO

L’articolo 20 del D.Lgs. n. 231/2007 (normativa antiriciclaggio) definisce “titolare effettivo” la persona fisica o le persone fisiche cui, in ultima istanza:

A) è attribuibile la proprietà diretta o indiretta dell’ente;
B) è attribuibile il relativo controllo;
C) abbia poteri di rappresentanza legale, amministrazione o direzione (criterio residuale).

I criteri sono “a scalare” nel senso che il criterio successivo va selezionato in mancanza della sussistenza del presupposto precedente.

A) Criterio della proprietà
“Nel caso in cui il cliente sia una società di capitali: costituisce indicazione di proprietà diretta la titolarità di una partecipazione superiore al 25 per cento del capitale del cliente, detenuta da una persona fisica; costituisce indicazione di proprietà indiretta la titolarità di una percentuale di partecipazioni superiore al 25 per cento del capitale del cliente, posseduto per il tramite di società controllate, società fiduciarie o per interposta persona.

B) Criterio del controllo
“Nelle ipotesi in cui l’esame dell’assetto proprietario non consenta di individuare in maniera univoca la persona fisica o le persone fisiche cui è attribuibile la proprietà diretta o indiretta dell’ente, il titolare effettivo coincide con la persona fisica o le persone fisiche cui, in ultima istanza, è attribuibile il controllo del medesimo in forza:

– del controllo della maggioranza dei voti esercitabili in assemblea ordinaria;
– del controllo di voti sufficienti per esercitare un’influenza dominante in assemblea ordinaria;
–  dell’esistenza di particolari vincoli contrattuali che consentano di esercitare un’influenza dominante.

C) Criterio residuale
“Qualora l’applicazione dei criteri di cui ai precedenti commi non consenta di individuare univocamente uno o più titolari effettivi, il titolare effettivo coincide con la persona fisica o le persone fisiche titolari, conformemente ai rispettivi assetti organizzativi o statutari, di poteri di rappresentanza legale, amministrazione o direzione della società o del cliente comunque diverso dalla persona fisica”.

 

TITOLARE EFFETTIVO: SANZIONI PER OMESSA COMUNICAZIONE

L’omessa comunicazione delle informazioni sul titolare effettivo è punita sul piano amministrativo con la sanzione pecuniaria da 103 euro a 1.032 euro. La Camera di commercio territorialmente competente provvederà all’accertamento e alla contestazione della violazione dell’obbligo e all’irrogazione della relativa sanzione.

 

CONTATTACI PER UNA CONSULENZA